Madama Butterfly

Quando Puccini vide una produzione londinese del drammaturgo americano dramma di David Belasco su una geisha giapponese fu commosso fino alle lacrime, anche se non capiva una parola di inglese. La scelta del tema ha fatto sì che nell'opera Madama Butterfly doveva padroneggiare nuove forme di espressione musicale, come più tardi era il caso di Turandot troppo. Puccini studiato le abitudini locali e musica del lontano Giappone e ha avuto numerosi dischi di grammofono portati da Tokyo a familiarizzare con la musica folk giapponese. Ha dedicato grande sforzo per rendere il colore giapponese. Madama Butterfly è un capolavoro quando si tratta di minuto rappresentazione di atmosfera e di poesia. 

 

La prima dell'opera il 17 Febbraio 1904 al Teatro alla Scala di Milano si è conclusa con stampa, fischi e la critica spietata - è stato rimproverato per le sue scene lunghe, episodi ridondanti in Act 1, e una generale mancanza di drammaticità. Puccini successivamente rivisto l'opera, dividendola in tre atti e aggiungendo l'aria del tenore "Addio, fiorito asil" (Addio, fiorito asil), in cui l'ufficiale americano Pinkerton dice addio ai luoghi dove ha vissuto bei momenti di felicità fatale con quindici anni geisha Cio-Cio-San, alias Butterfly. Nuova versione dell'opera fu eseguita il 28 maggio 1904 a Brescia con grande successo. Il suo viaggio trionfale in tutto il mondo è stato lanciato dalla premiere inglese al Covent Garden di Londra il 10 luglio 1905, con Ema Destinn ed Enrico Caruso nei ruoli principali. 

 

L'opera va in scena in versione originale italiana e ceca e inglese sopratitoli sono utilizzati nella performance. 

 

Fotografia: Pavel Petráněk, Dan Jäger 

 

Durata dello spettacolo: 2 ore e 35 minuti, 1 intervallo

Programma e cast

Acquista biglietti
Agosto 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Teatro Nazionale di Praga

Il Teatro Nazionale di Praga (in ceco, Národní Divadlo) è il più famoso teatro d'Opera boemo ed è considerato monumento nazionale della Repubblica Ceca. Ivi - nella parte annessa del più antico Teatro degli Stati - furono messe in scena per la prima volta nel 1787 il Don Giovanni e nel 1791 La clemenza di Tito, capolavori operistici di Mozart.

 

Storia e descrizione

 

L'Opera di Praga fa parte del patrimonio storico e culturale ceco ed è simbolo di una ricca tradizione artistica e musicale sostenuta da sempre dalle più importanti personalità della società boema. Il progetto fu proposto fin dall'inizio del Risorgimento e cominciò ad essere avviato verso la seconda metà dell'Ottocento quando il Comitato per la costruzione del Teatro Nazionale organizzò le prime raccolte fondi. Nel 1862 fu costruito sul terreno vicino allaMoldava il cosiddetto "Teatro provvisorio", che più tardi divenne parte integrante del edificio. Il 16 maggio 1868 fu posta la prima pietra della struttura e la fabbrica fu affidata all'architetto Josef von Zítek. Il teatro quasi finalizato fu aperto 11 giugno 1881 e, due mesi dopo, probabilmente per colpa di alcuni lattonieri imprudenti, prese fuoco, distruggendo il tetto. Per fortuna, in un solo mese, i cittadini di Praga raccolsero un milione di corone d'oro per la sua ricostruzione e, dopo altri due anni, la "cappella d'oro" fu riparata secondo i progetti di Josef Schulz, potendo così riaprire al pubblico il 18 novembre 1883 con l'opera Libuše di Bedřich Smetana. Al giorno d'oggi il Teatro Nazionale consta di tre complessi artistici - opera, balletto e teatro - che alternano vicendevolmente le loro esibizioni nello storico edificio del Teatro Nazionale, nel Teatro di Stato ed al Teatro Kolowrat. Tutte e tre le ensemble selezionano il loro repertorio non solo fra il ricco patrimonio classico, ma prestano attenzione anche sulla produzione artistica moderna.

 

In auto 

Al centro (OldTown), approccio su Masarykovo nábřeží (Masaryk terrapieno) nella direzione dalla Casa Danzante, all'incrocio di fronte al Teatro Nazionale girare a destra per via Divadelní e poi ancora a destra per via Ostrovní al parcheggio Teatro Nazionale . Il parcheggio costa 50 CZK / h. 

Con il tram 

Per il giorno tram nn 6, 9, 18 e 22 e la notte i tram numeri 53, 57, 58, 59 fino alla fermata "Národní Divadlo" - di fronte al palazzo storico NT; per giorno il tram n ° 17 fino alla fermata "Národní Divadlo". 

In metro 

Per la stazione "Můstek", linea B (gialla), e poi a piedi su strada Národní; o per la stazione "Karlovo namesti" e poi due fermate di tram n ° 6, 18 o 22 fino alla fermata "Národní Divadlo". Per la stazione "Staroměstská", linea A (verde), e poi due fermate di tram n ° 17 fino alla fermata "Národní Divadlo".

Eventi correlati